Luoghi

Potevamo forse mancare la meta del famoso cammino... va bene, noi ci siamo arrivati in camper, a piedi non ce la facevamo proprio, rischiavamo di andare a trovare "il santo" direttamente, forse in un'altra vita.

Detto questo, chi non conosce Santiago di Compostela, che in italiano sarebbe San Giacomo di Compostella, impossibile non averlo mai sentito!

La sua notorietà è dovuta al fatto che da oltre un millennio è, secondo la tradizione cristiana, sede delle spoglie mortali di Giacomo il Maggiore, apostolo di Gesù, appunto il Santo citato. 
Inoltre Santiago di Compostela, e il famoso cammino del pellegrinaggio omonimo, sono stati dichiarati patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1985. 

Le spoglie mortali dell'apostolo sono conservate nella maestosa cattedrale costruita nei secoli a tale scopo, e tappa finale del cammino di Santiago di Compostela.

Quando il 25 luglio, giorno dedicato alla festa del santo, cade di domenica, quell'anno è proclamato Anno Santo compostelano, e nel 31 dicembre che lo precede l'arcivescovo di Santiago apre la Porta Santa della cattedrale. L'ultimo Anno Santo è stato nel 2010, il prossimo sarà nel 2021, quindi che aspettate a programmare il tour? (se leggerete questo articolo dopo il 2021 sarà tardi, attendete il successivo).

Cenni generali terminati ecco la nostra esperienza.

Prima di tutto ti colpisce l'enorme quantità di gente che giunge nella città, con il bastone con la conchiglia, segno distintivo del pellegrino sul cammino. si vedono persone sconvolte ma felici di essere arrivate, gruppi fra i più eterogenei e infine persone tutto sommato in forma in quanto non è obbligatorio fare tutta la strada dall'inizio. Noi che abbiamo "imbrogliato" non ci contiamo... ma non eravamo gli unici, anche se questa non è una giustificazione.

Ovunque ci sono pellegrini, un viavai continuo ma tanti seduti ovunque a riprendere le forze.

La piazza del Santuario ti lascia a bocca aperta! si, è grande ma non puoi non guardare quella facciata barocca con le due torri che sovrastano tutto. In realtà nei secoli ha avuto varie trasformazioni partendo dal IX secolo.

Quando ci siamo passati noi il grande Botafumeiro non era stato messo in funzione ma per rendere l'idea guarda questo video:

Impressionante vero?

Non bisogna poi dimenticarsi di avventurarsi nella città che offre scorci interessanti e sempre piena di persone.

Guarda la galleria fotografica

che ne dici?

 

Aggiungi commento

Ricordati che sei responsabile personalmente di quello che scrivi, non saranno ammessi commenti oltraggiosi, denigratori e contrari al vivere civile.


Codice di sicurezza
Aggiorna